GRANDI SOGNI E SPLENDIDE REALTÁ DEL BIRRIFICIO PONTINO

Per passare dalle chiacchiere da pub in quel di Trastevere alla creazione di un birrificio dedicato alla propria terra, Matteo, Stefano, Davide e Gianni (che ora ha lasciato la squadra, rimpiazzato da Egidio!) hanno avuto il coraggio di sognare a occhi aperti e, zaino in spalla, di rincorrere i loro sogni viaggiando per mare, incontrando grandi maestri d’Oltreoceano e vivendo esperienze straordinarie sino in Norvegia. All’inizio era un hobby dove ognuno cercava il suo posto. Oggi il Birrificio Pontino è una preziosa realtà, che si nutre ogni giorno di nuove idee, sfide ambiziose e un eccellente lavoro di squadra.

Venerdì scorso abbiamo avuto il piacere di ospitare i ragazzi e le loro ottime birre per una speciale degustazione all’Old Square. Solitamente dedichiamo al Birrificio Pontino tre o quattro colonne per birre alla spina, che cambiano secondo la stagione e le proposte del menu. L’altra sera Umberto Cannizzaro (mastro birraio) e Egidio Palumbo (responsabile commerciale) ci hanno raccontato le storie e guidato alla scoperta dei sentori che contraddistinguono ognuna delle birre prodotte.

Questa volta abbiamo cominciato con la Runner Ale, dalla schiuma bianca e soffice, l’aroma complesso e quella leggera torbidezza che ne esalta l’artigianalità. C’erano poi la Olim Palus, cremosa, rotonda, aromatica e la Purple Ale, dove si va alla ricerca dell’amaro profondo dei luppoli americani in quantità smisurata con quel pizzico di peated che la rende stupefacente. Ci ha incuriosito La Zitella, il cui nome onora il Carnevale di Düsseldorf: brillante, dolce, caratterizzata da sfumature tostate e note floreali. È arrivata quindi La Calavera, la mexican lager che ha vinto il Premio “Birra Quotidiana” Slow Food 2017, preparata con luppoli europei, malto pils, temperature e tempi di fermentazione da lager, pulizia estrema e lievito made in Mexico. E ci siamo persi infine nel Mar dei Caraibi con BarbaNera, una tropical stout soffice alle labbra, rotonda al palato e secca come il diavolo!